Capita spesso di inviare un messaggio per sbaglio e non sapere come rimediare, ma in questo articolo andremo a parlare dei cosiddetti ‘messaggi autodistruttivi’. Per chi non fosse a conoscenza, è opportuno che legga attentamente le prossime righe.

Al giorno d’oggi, esistono svariate app di messaggistica istantanea, due su tutte WhatsApp e Telegram, le quali dovranno fronteggiare l’avanzata di SpeakOn e Wickr. Queste ultime rappresentano in pieno la soluzione per inviare messaggi che si autodistruggono. Possono essere scaricate sui smartphone Android, quindi coloro che sono interessati devono recarsi sul Google Play Store.

 

Messaggi che si autocancellano grazie ad timer di autodistruzione

Per far in modo che tali messaggi vengano cancellati in modo automatico, esiste un timer d’autodistruzione che si trova all’interno delle app SpeakOn e Wickr.

Leggi anche:  Whatsapp diventa obsoleta per alcuni utenti: ecco cosa è successo

Per quanto riguarda la prima applicazione, i clienti oltre ad utilizzare questa funzione possono adoperare il servizio anche come traduttore. Infatti, si possono tradurre immediatamente i messaggi in un’altra lingua. Si tratta di un’applicazione completa perché riesce a proteggere le chat con una sicurezza maggiore, grazie ad un codice segreto che può essere impostato dall’utente.

L’altra applicazione adotta un sistema militare per la crittografia delle conversazioni. Durante la trasmissione del messaggio da un device ad un altro, non sono presenti delle componenti intermedie. Presente l’opzione Secure File Shredder che consente la cancellazione del messaggio in modo immediato e sicuro.

Gli utenti che possiedono un device iOS, possono recarsi sul proprio AppStore e scaricare SpeakOn X e Wickr Me. Le funzionalità non cambiano, sono identiche a quelle dei dispositivi Android.