Alexa, l’assistente vocale di Amazon, potrebbe presto trasformarsi in un robot. A riferirlo è stato Rohit Prasad, ingegnere che lavora agli algoritmi di Machine learning di Alexa, nonché uno degli scienziati più importanti che lavorano per Amazon.

Alla EmTech Digital AI Conference organizzata dal MIT Technology Review e tenutasi a San Francisco, Rohit Prasad ha parlato di un ipotetico robot Alexa, sostenendo che l’assistente vocale di Amazon sarebbe molto più potente e utile se avesse degli occhi ed un corpo, così da poter anche portare a termine compiti ed operazioni molto più complesse.

Amazon: Alexa molto più potente se si trasformasse in un robot

Già un po’ di tempo fa, Bloomberg, una nota agenzia di stampa internazionale, aveva riportato la notizia che Amazon stesse già effettivamente lavorando ad un robot dotato di intelligenza artificiale, eppure la conferma non è arrivata da Rohit Prasad, il quale si è invece limitato ad affermare che  “l’unico modo per rendere gli assistenti intelligenti realmente intelligenti, è dargli gli occhi e lasciarli esplorare il mondo“.

Anche se il progetto del robot Alexa non dovesse mai vedere la luce e trasformarsi in realtà, in qualcosa di concreto e tangibile, occorre comunque dire che oggi, l’assistente made in Amazon è integrata in molti dispositivi, di cui molti sono dotati di telecamere. Dispositivi che, in un futuro non molto lontano, potrebbero trasformarsi in molto di più, visto il rapido sviluppo del mercato della smart-home e degli oggetti intelligenti, ed essere impiegati in multipli scenari.

Potrebbero, ad esempio, essere utilizzati nelle fabbriche, nelle zone più pericolose e nell’assistenza ad anziani e disabili, essendo questi dispositivi in grado di riprendere, inviare ed elaborare tonnellate di GB di dati in tempo reale.

Insomma, se gli assistenti intelligenti implementassero telecamere e corpi fisici sarebbero certamente in grado di rilevare e fornire più dati sul mondo circostante, e in questo modo potrebbero anche arrivare a svolgere compiti più complessi che richiedono loro un contesto visivo e dati importanti.