credito azzerato

Sono sempre più in aumento le lamentele dei clienti Tim, Wind, Tre e Vodafone che vedono attivarsi abbonamenti truffa sulla loro linea senza autorizzazione. Come per magia, da un giorno all’altro si passa da avere del credito telefonico residuo ad un credito azzerato totalmente. Ci si chiede come sia possibile che nel 2019 tali sotterfugi siano ancora operativi e non impediti dalla legge, ma purtroppo è una realtà che ci circonda.

Servizi inerenti a giochi e suonerie o gossip sono sempre esistiti: negli anni 2000 venivano pubblicizzati attraverso spot televisivi e quanto meno era l’utente a scegliere se li voleva o no. Ora, invece, basta aprire il link sbagliato o chiudere una pubblicità per trovarsi attivo un servizio a pagamento ignoto.

Abbonamenti truffa: ecco come i clienti di Tim, Wind Tre e Vodafone possono difendersi una volta per tutte

Difendersi da questo genere di sopruso è molto facile, soprattutto se si sa come fare. Il metodo che segue è consigliato sia per chi ha attivo un servizio e desidera disattivarlo che per chi si vuol tutelare.

Leggi anche:  Sim: come vengono svuotate le ricaricabili di Tim, Wind, Tre e Vodafone

Anzitutto bisogna controllare se si ha un abbonamento truffa attivato, per farlo sarà necessario controllare la lista dei movimenti del proprio credito. Una volta effettuato questo step bisognerà telefonare il servizio clienti di Tim, Wind Tre o Vodafone. Esposto il proprio problema e richiesta dal disattivazione, si dovrà effettuare un’importate richiesta: quella di essere tutelati. Così facendo, gli operatori potranno attivare un blocco totale che impedirà a servizi del genere di rendere il vostro credito azzerato.