truffa conto arancio ing directING Bank non potrà aprire nuovi conti correnti fino a nuova ordine a causa di una rilevata truffa bancaria contro Amazon condotta da un manipolo di hacker stranieri contro l’istituto olandese. La banca non è parte lesa del fatto ma lo sono i clienti Amazon e Airbnb che – causa un bug nel sistema di sicurezza – sono stati raggirati e frodati dai malviventi. Sono in corso le indagini e per il momento è stato disposto il blocco per l’apertura di nuovi conti correnti Arancio.

 

Conto Corrente Arancio bloccato: la truffa non consente di aprire un libretto

Mentre sono in corso gli accertamenti fiscali per Intesa Sanpaolo, Unicredit, BPM e le altre banche italiane coinvolte nella frode dei diamanti, si parla dell’olandese ING Direct che a causa di una leggerezza dei sistemi di sicurezza è stata coinvolta in un caso di riciclaggio di denaro per transazioni di acquisto fraudolente.

Con ogni probabilità la banca dovrà pagare una multa altissima, così come avvenuto in passato in un episodio che ha richiesto un’ammenda da 750 milioni di euro per rilevati problemi di sicurezza. La storia si ripete e pare proprio che siano stati ancora gli hacker ad avere la meglio sull’istituto, Dovrà rispondere di concorso e responsabilità amministrativa, visto che i cyber criminali sono riusciti a sfruttare una backdoor per formalizzare un attacco sui conti correnti. La banca ha rilasciato un commento in cui si può leggere:

Leggi anche:  Truffa dei diamanti: conti correnti vuoti per i clienti Sanpaolo e Unicredit

“In stretta collaborazione e accordo con Banca d’Italia, Ing Italia sospenderà le attività di acquisizione di nuovi clienti durante il periodo necessario per approfondire i piani di miglioramento ” con l’autorità di vigilanza. Ing assicura inoltre” che continuerà a offrire pieno servizio ai clienti esistenti in Italia. Nei prossimi giorni Ing lavorerà con impegno per indirizzare le mancanze e risolvere le criticità identificate”.