Cellulari che valgono una fortuna_ ne avete uno di questi in casa_Apple, Samsung e Huawei hanno ormai dato vita a una serrata competizione a colpi di fotocamere professionali, connessioni internet veloci, design accattivanti, batterie con carica ultrarapida. Questi sviluppi, osannati da alcuni e odiati da altri, poggiano le loro basi sui telefoni cellulari dei primi anni Duemila o addirittura del “secolo scorso”.

Con troppa fretta abbiamo giudicato come preistorici e inutili degli strumenti affidabili e duraturi.  Oggi, il mercato del vintage, del retrò o semplicemente di chi ha nostalgia, sta riprendendo vigore, con cifre da capogiro! I più ricercati sono i grandi classici come Nokia ed Ericsson, oppure i primi modelli delle principali aziende di oggi come Apple o Samsung.

 

Telefoni che valgono una fortuna: ne avete uno di questi nel cassettino?

È proprio il caso di dire che i grandi classici non tramontano mai e così che oggi un iPhone 2G, 2007, può valere ben oltre i 200 euro. Gli affezionati collezionisti della Apple sono disposti a pagare anche 1000 euro per un esemplare in perfette condizioni!

Uno dei capisaldi degli smartphone odierni è sicuramente la leggerezza, grandi prestazioni con un peso ridotto. Un concetto probabilmente sconosciuto nel lontano 1984 quando era prodotto in serie il Motorola DynaTac 8000x. Questo modello dal peso di circa un chilogrammo è il primo telefono Cellulare portatile e oggi vale tanto quanto pesa! Infatti, il suo prezzo si aggira attorno al migliaio di euro.

Inutile nascondere che quando si pensa al passato e ai primi telefoni Cellulari il marchio presente nell’immaginario di ognuno di noi è Nokia. Il primo Nokia portatile, il Mobira Senator, oggi è venduto tra i collezionisti per una cifra vicina, anche in questo caso, ai mille euro.

Leggi anche:  Vecchi cellulari: potreste avere 1000 euro di telefonini nel cassetto

Il prezzo di questi modelli è proporzionale alla loro difficile reperibilità, ma il mercato vintage è avido anche di quei pezzi che davvero potrebbero essere presenti in uno scatolone in soffitta!

 

Il più famoso telefono portatile dei primi anni 2000 è senza ombra di dubbio il Nokia 3310. Indistruttibile, affidabile, con sfondo in bianco e nero e l’immancabile Snake, questo eroe di altri tempi in perfette condizioni può valere fino a 130 euro. Il prezzo di mercato per un usato è comunque di tutto rispetto per un telefono di venti anni fa: 30/40 euro.

Altro Nokia che potrebbe fruttarvi una piccola fortuna è l’8810. Il suo design compatto è ancor oggi molto apprezzato e c’è chi è disposto a pagare fino a 100 euro per poterlo avere nella propria collezione.

 

Telefono cellulare noto a tutti è l’Ericsson T28. Sportellino blu e display verde e nero, il T28 è uno dei primi modelli col sistema di scrittura T9. In buone condizioni può fruttare qualche centinaia di euro.

 

Uno dei telefoni Cellulari che ha riscosso maggior successo dopo i Nokia è il Motorola RazrV3. Uscito nel 2004, è stato uno dei primi telefoni con display a colori. Caratterizzato da una linea accattivante, tastiera dotata di retroilluminazione e una leggerezza rara in quegli anni, oggi può valere anche 150 euro.

Insomma potrebbe valere la pena guardare cosa abbiamo conservato nel cassetto, potrebbe esserci una piccola (o grande) fortuna travestita da telefono Cellulare!