IPTV e multe: Le Iene avvisano gli utenti TIM, Vodafone e Wind, ora sono nei guai

Siamo quasi alla vigilia del ritorno dei campionati. Dopo le pause per le nazionali, il grande club torna ad essere quello dei club. Su Sky e DAZN ci sarà un lungo percorso, una lunga maratona da qui alla fine dei campionati, passando per le fasi conclusive della Champions League e dell’Europa League. Oltre al grande calcio poi non vanno sottovalutati gli altri sport tra cui troviamo la Formula 1, il tennis, il basket e tanto altro ancora.

 

IPTV, gli utenti sono attratti dai prezzi ma i rischi sono elevatissimi

Quelle persone che vogliono risparmiare i costi di un doppio abbonamento, hanno scelto la strada dell’IPTV illegale. Grazie a questo strumento, è possibile riunire in un unico pacchetto tutti i contenuti di Sky e DAZN. Il prezzo mensile è da vero ribasso: nella media si attesta sui 10 euro.

Leggi anche:  DAZN: oggi parte la Serie A, ecco quali saranno i match fino a domani

Il vantaggio relativo ai costi deve però essere compensato con quelle che sono le possibili sanzioni. Come riportato dalle attuali normative, gli utenti che sfruttano le potenzialità dell’IPTV rischiano ben 10mila euro di multa. Allo stesso tempo coloro che portano il segnale della piattaforma illegale nelle case degli italiani possono anche finire in carcere. La reclusione va dagli uno ai tre anni.

Ulteriore rischio da non sottovalutare è quello relativo all’affidabilità. A differenza di Sky e DAZN, chi utilizza l’IPTV non ha garanzie per la visione dei contenuti. Tra canali non disponibili e scarsa qualità delle immagini, anche la spesa di 10 euro rischia di essere superflua.