truffa conto arancio ing directIl gruppo Ing Direct naviga in acque pericolose dopo il blocco dei nuovi conti correnti per indagini disposte dalla Procura di Milano per una truffa contro Amazon e Airbnb. Entro un tempo ancora da definire, NON sarà possibile aprire un conto fino alla verifica degli accertamenti fiscali e di sicurezza. Si parla di accusa per frode in transazioni di acquisto ritenute irregolari. Scopriamo cosa succede.

 

ING Direct sotto la lente: Conto Arancio bloccato da una truffa

Pensavamo che la frode dei diamanti avesse messo fine ad un mese disastroso sotto il profilo della sicurezza finanziaria. Ci eravamo indubbiamente sbagliati. Al peggio sembra non esserci mai fine. Il nuovo episodio coinvolge Ing Italia in una nuova inchiesta imposta dalla Banca d’Italia in merito alle verifiche di sicurezza da imporre nel sistema di antiriciclaggio. Si pensa che possa essere stata usata per azioni finanziarie sospette.

Leggi anche:  Canone Rai: rimborso svuota conto corrente per tutti i clienti

Le truffe hanno azzerato i conti partendo dall’estero. Gli hacker che hanno trovato il bug lo hanno sfruttato per dare fondi al credito senza troppi problemi. Al gruppo olandese potrebbe essere imputata la colpa di concorso e responsabilità amministrativa. Quanto meno, dovrà rispondere di mancata sicurezza dei sistemi interni e, conseguentemente, pagare regolare ammenda milionaria.

Una accusa simile era stata già affrontata in passato ed il risultato era stato il pagamento di una multa da ben 775 milioni di euro. In merito alla vicenda, la Banca è voluta intervenire dicendo:

“In stretta collaborazione e accordo con Banca d’Italia, Ing Italia sospenderà le attività di acquisizione di nuovi clienti durante il periodo necessario per approfondire i piani di miglioramento ” con l’autorità di vigilanza. Ing assicura inoltre” che continuerà a offrire pieno servizio ai clienti esistenti in Italia. Nei prossimi giorni Ing lavorerà con impegno per indirizzare le mancanze e risolvere le criticità identificate”.