amazon

Amazon sta investendo molto denaro per ampliare lo sviluppo dell’IA. Il gigante dell’e-commerce ha annunciato lunedì di voler collaborare con la US National Science Foundation e impegnare fino a 10 milioni di dollari ciascuno in assegni per la ricerca nei prossimi tre anni, e contribuire a migliorare le doti dell‘intelligenza artificiale.

Riteniamo di dover lavorare a stretto contatto con i ricercatori universitari per sviluppare soluzioni innovative che affrontino questioni di equità, trasparenza e responsabilità e per garantire che i pregiudizi nei dati non vengano integrati nei sistemi che creiamo“, Prem Natarajan, vicepresidente e responsabile scientifico di Alexa su Amazon, ha scritto in un post sul blog poco fa. “I progetti finanziati contribuiranno a rendere più ampia l’accettazione dei sistemi con intelligenza artificiale, aiutando gli Stati Uniti a capitalizzare ulteriormente il potenziale delle tecnologie IA“.

 

Al momento la società sta cercando di trovare il giusto equilibrio

Ciò avviene mentre Amazon affronta critiche per la vendita di Rekognition (software di riconoscimento facciale che si basa su AI e apprendimento automatico) alle forze dell’ordine. I gruppi per le libertà civili, come l’ACLU, hanno sollevato preoccupazioni sulla rapida adozione della tecnologia di riconoscimento facciale tra le forze dell’ordine statunitensi anche potenzialmente per l’abuso che se ne potrebbe fare, in particolare contro gli immigrati e le persone di colore.

Amazon ha dichiarato che temi specifici di interesse per il suo programma di finanziamento con l’NSF includono trasparenza, responsabilità, inclusività ed equità nella tecnologia AI. I ricercatori interessati possono presentare le loro lettere di intenti entro il 10 maggio.