apple beats Powerbeats

Apple ha da poco presentato la nuova generazione di Airpods. Le cuffie true-wireless ora possono vantare maggiore autonomia ed integrazione con iOS pur mantenendo lo stesso design. La particolarità della prima e della seconda generazione delle Airpods è quella di avere le due cuffie collegare tra di loro senza cavi, quindi senza ingombri fisici.

Tuttavia, Apple è anche proprietaria del brand Beats, azienda leader nel settore delle cuffie e casse audio. Ecco quindi che potrebbe esserci un ulteriore scambio di tecnologia tra le due aziende per la creazione di un nuovo prodotto. Secondo un report pubblicato da CNET, Beats potrebbe lanciare il prossime mese una nuova versione delle proprie PowerBeats.

La particolarità di questa generazione di cuffie potrebbe essere l’adozione della tecnologia true-wireless. Al loro interno potrebbe essere inserito anche il chip H1, si tratta di un sistema che permette di integrare al meglio le cuffie nell’ecosistema Apple. In questo modo si potrebbero sfruttare le funzionalità di Siri con il semplice comando “Hey Siri” oppure sfruttare le gesture per avviare o mettere in pausa la riproduzione.

Leggi anche:  Apple rischia un divieto di importazione dei propri iPhone negli USA

Ipotizzando un possibile prezzo, le nuove PowerBeats potrebbero aggirarsi introno ai 250 dollari. Tuttavia, per competere con le Airpods il prezzo reale dovrebbe attestarsi al di sotto dei 200 dollari.

Considerando anche le dimensioni leggermente più grandi rispetto alle Airpods, la nuova generazione di PowerBeats potrebbe vantare una maggiore autonomia rispetto alle 5 ore offerte dalla soluzione Apple. L’annuncio di Beats è atteso con ansia, in quanto il brand non ha presentato nulla di nuovo dalla scorsa estate, con il lancio delle Studio3 Wireless. I tempi sembrano maturi per ampliare la gamma di cuffie e soprattutto adottare la tecnologia true-wireless che tanto piace ai consumatori.