Wind

Wind, a differenza di Vodafone e TIM, non ha optato per delle vere e proprie rimodulazioni di prezzo nel corso di questo inverno. A guardare però con attenzione i listini del gestore arancione si scopre che gli aumenti di prezzo tra febbraio e marzo non sono mancati. Oggi vi vogliamo segnalare due casi particolari: il primo caso riguarda la telefonia fissa mentre il secondo è relativo alla telefonia mobile.

 

Wind, i costi a listino aumentano per questi due particolari servizi

Per la telefonia fissa è aumentato un servizio per la Fibra Ottica. Chi decide di attivare un contratto Wind per la casa in uno degli store ufficiali della compagnia dovrà spendere qualcosa in più per il modem. Il costo del modem è passato dai vecchi 5 euro ai nuovi 5,90 euro. Non cambiano invece i rinnovi previsti, che saranno sempre 48. L’aumento nella sua totalità è di circa 40 euro.

Leggi anche:  Wind Tre supera Vodafone e TIM in 21 città: velocità 4G stratosferica

Per la telefonia mobile, invece, è stato modificato un parametro per la portabilità della rete. Sino a poco tempo fa i clienti Wind che decidevano di passare a TIM, Vodafone o Iliad dovevano pagare un euro per portare il credito nella nuova linea. Da marzo, invece, questa tariffa si attesta sui 1,60 euro. Il pagamento va elargito solo in un’occasione. E’ bene ricordare che la pratica di portabilità necessita sempre di tre giorni d’attesa.

Per avere ulteriori informazioni, gli utenti Wind possono contattare il Servizio Clienti al classico numero 155.