truffa diamanti intesa sanpaolo unicredit BPMLa truffa dei diamanti. Ne abbiamo sentito parlare ai TG e nel corso delle dirette radio che hanno avuto come protagonisti anche illustri personaggi del mondo della TV e dello spettacolo. Personalità del calibro di Vasco Rossi sono incappate in una frode incredibile che ha azzerato conti in banca e carte di credito. Un vero e proprio furto, ora sotto l’occhio attento degli inquirenti della Guardia di Finanza coordinati dai PM.

Intesa Sanpaolo, Unicredit e BPM sono state accusate di concorso in illecito finanziario con motivante della responsabilità amministrativa. Si sono forniti i numeri della faccenda, per un fascicolo che vede in prima linea l’intervento contro Intermarket Diamond Business SPA (Idb) e Diamond Private Investment SPA (Dpi).

 

Truffa dei diamanti colpisce Sanpaolo, Unicredit e BPM

  • 149 milioni nei confronti di IDB.
  • 165 mln di DPI.
  • 83,8 di Banco Bpm e di Banca Aletti.
  • 32 milioni di Unicredit.
  • 11 milioni di Intesa Sanpaolo.
  • 35,5 milioni di Mps
Leggi anche:  Unicredit, Bpm, Sanpaolo: ecco la truffa che svuota i conti, BNL al sicuro

Sono questi i numeri del caso che ha come perno centrale la supervalutazione dei diamanti da parte delle due società intermediarie. Il valore dei preziosi è stato falsato apparendo doppio rispetto alla sua reale quotazione. Un affare davvero pericoloso e sconcertante.

Tanto sconcertante che già diverso tempo fa la trasmissione televisiva Report aveva lanciato l’allarme frode. A seguito di questo monito qualche investitore era riuscito a tirarsene fuori con oneri pesanti sul capitale investito. Chi ha dato piena fiducia alle compagnie si è ritrovato con il nulla in mano. Una vicenda che ha dell’incredibile, come incredibile è anche la nuova frode Intesa Sanpaolo che sta bloccando i prelievi in contanti allo sportello e tutte le carte.