skoda

E’ frustante quando il corriere arriva perchè deve consegnare un pacco e nessuno è in casa. Skoda, come alcuni altri produttori prima, sta cercando un modo per trasformare le sue auto in un sistema drop-off di pacchi.

Skoda, secondo quanto annunciato da un membro del Gruppo Volkswagen, ha riferito che Skoda Digilab ha collaborato con due rivenditori online nella Repubblica Ceca per iniziare a testare la consegna dei pacchi in auto.

Ecco come funziona: dopo che un proprietario del veicolo ha effettuato un ordine, il corriere riceve la posizione del veicolo dall’antenna GPS. Utilizzando un’app, il corriere riceve un accesso una tantum al veicolo entro un periodo di tempo prestabilito. Il veicolo viene quindi bloccato di nuovo utilizzando l’app, impedendo che qualcuno possa entrare successivamente, mentre al proprietario viene notificato che il pacco è stato consegnato.

 

Un progetto perseguito da altre compagnie

Una piccola selezione di clienti verrà utilizzata per questo progetto pilota, ma se tutto andrà bene, potrebbe potenzialmente espandersi con altri partner e sedi aggiuntive. Tuttavia, Skoda non ha offerto alcuna specifica al di là del programma stesso.

Leggi anche:  Amazon minaccia Unieuro con codici sconto e grandi offerte

Skoda non è la prima casa automobilistica a provare un tale schema. Volvo ha lanciato il suo programma pilota di consegna in auto verso la fine del 2015, senza concentrasi più di tanto sul progetto. Una tantum aiutava nelle consegne dei pacchi a Göteborg, in Svezia. Hyundai e Smartcar hanno lanciato un programma pilota simile nel 2017. Anche i retailer stanno entrando in azione: la Key In-Car di Amazon si basa sulla piattaforma chiave che la società ha istituito per le consegne a domicilio, ed è disponibile in più città al momento, ma funziona solo con modelli selezionati GM e Volvo di ultima generazione.