aggiornamento Android Q novità

Android Pie non ha ancora finito il suo roll out che già si parla di Android Q. La nuova versione di sistema ha fatto capolinea su alcuni terminali in versione beta e già l’attesa sembra essere insopportabile. Sono tante le caratteristiche che lo distinguono dalla quasi ormai vecchia versione ed oggi scopriremo le 5 più particolari.

Android Q: 5 funzioni che vale la pena conoscere in anteprima

Maggiore sicurezza e permessi personalizzati: con le attuali versioni di Android ogni applicazione ottiene il permesso per conoscere la vostra posizione, grazie al nuovo aggiornamento, invece, verrà permesso di impostare i privilegi solo per le applicazioni in primo piano.

Batteria residua senza percentuali: Androd Q porta con sé una nuova visione della batteria residua presente nel vostro smartphone. Facendo uno swipe down del menù notifiche, oltre all’icona più o meno piena, accanto a essa si leggerà per esempio “due giorni rimasti”. Si passerà quindi da una quantità numerica ad una quantità temporale.

Leggi anche:  Honor 8X riceve Android Pie con EMUI 9, ecco le novità

Font universale per tutti i dispositivi: con la nuova versione di sistema si passerà ad avere un font ufficiale che verrà implementato su ogni device che monta questo sistema. In questo caso, il font ufficiale sarà il Product Sans di Google.

Dark mode: anche se ancora in fase di sviluppo, Google sta provvedendo ad inserire una vera e propria versione notturna di Q. Al momento, visto la fase di lavorazione, l’unico modo per attivarla è attraverso l’attivazione del risparmio energetico… in futuro arriverà un vero e proprio pulsante!

Personalizzazione del tema: grazie a questa nuova versione del sistema, accedendo alle impostazioni da sviluppatore si potrà scegliere di personalizzare il tema. Questo avverrà grazie al cambio di colore che potrà essere viola, nero, verde e quello di sistema. Potranno essere modificate anche le icone ed il font.