WhatsApp: ora è ufficiale il ritorno a pagamento e gli utenti sono furiosi

Si avvicina la rivoluzione che porterà i pagamenti su WhatsApp. Da molti mesi rumors ed indiscrezioni parlano del nuovo sistema volto a semplificare le transizioni monetarie. WhatsApp d’altronde deve competere con competitors (WeChat in Cina su tutti) che già consentono agli utenti di scambiare reciprocamente piccole somme di denaro.

 

WhatsApp, dalla moneta virtuale di Facebook ai pagamenti in chat

Dopo le parole, ora è arrivato il tempo dei fatti. A questa rivoluzione stanno lavorando gli sviluppatori del gruppo Facebook. Il social network nell’introduzione dei pagamenti su WhatsApp avrà infatti un ruolo rilevante.

Facebook sta da tempo sviluppando una sua criptovaluta con tasso fisso applicato sulle principali monete locali. Proprio grazie a questa criptovaluta, diventeranno realtà i pagamenti via chat. Il progetto è sostenuto in prima battuta da David Marcus, ex presidente e primo tecnico di PayPal.

I tempi per un roll out, come plausibile, non saranno brevissimi. Per poter lanciare il nuovo aggiornamento su scala globale, devono essere prima messe a punto tutte le cautele del caso per quanto concerne la sicurezza e la privacy degli utenti. La presenza dei pagamenti su WhatsApp nel 2019 sembra essere quindi inverosimile.

L’anno su cui tutti puntano è il 2020. Intanto sul portale WABetaInfo sono state evidenziate novità su quelli che saranno i primi paesi in cui la tecnologia partirà. Oltre alla già conosciuta India, i pagamenti WhatsApp diventeranno presto realtà in Messico e Regno Unito.