TIMTutti i nuovi clienti che si appresteranno ad attivare un SIM ricaricabile di casa TIM devono necessariamente venire a conoscenza di un passaggio fondamentale nell’approccio all’operatore telefonico di destinazione, sopratutto per quanto riguarda il piano telefonico di base.

Pochi di noi sono effettivamente a conoscenza della presenza di un piano consumo posizionato alle spalle dell’offerta da tutto incluso che andremo ad attivare sul nostro numero di telefono; questi viene inserito proprio per garantire un servizio, anche nel momento in cui ci dovessimo stancare della promozione.

Con la nuova SIM ricaricabile di TIM, il piano che di base verrà attivato dall’azienda sarà Base e Chat, una soluzione interessante in grado di impedire il consumo di giga nell’utilizzo di applicazioni di messaggistica istantanea (come WhatsApp, Telegram, iMessage, Skype, Viber, WeChat, Snapchat o simili), ma con un risvolto della medaglia tutt’altro che piacevole.

Leggi anche:  TIM: arrivano 3 offerte da 50GB e minuti senza limiti a partire da 7 euro

 

TIM Base e Chat: il piano base a pagamento

Ad esclusione della prima mensilità, aggiunta gratuitamente proprio per invogliare il consumatore all’attivazione, questi presenta un costo fisso di 2 euro al mese (da aggiungere quindi al prezzo dell’offerta da tutto incluso).

Molti di noi non prestando attenzione alle comunicazioni degli agenti si trovano a pagare contenuti e canoni inaspettati, per questo motivo consigliamo caldamente di cambiare subito il piano tariffario di base. Dal sito ufficiale di TIM, o anche tramite l’applicazione dedicata, tutti possono raggiungere l’obiettivo prefissato in maniera completamente gratuita.

Il discorso può naturalmente essere esteso anche ad altri operatori (leggete il nostro articolo), ma ultimamente dobbiamo ammettere che sia Wind che Vodafone hanno iniziato a cambiare le proprie politiche.