truffa diamanti intesa sanpaolo unicredit BPMLa nuova truffa dei diamanti ha mandato sul lastrico alcuni clienti iscritti al gruppo Intesa Sanpaolo, Unicredit e BPM. La responsabilità amministrativa ricaduta sulle banche – ed evidenziata dai PM Grazia Colacicco Riccardo Targetti – ha inciso pesantemente sui conti dei clienti per mano delle società intermediarie Intermarket Diamond Business SPA (Idb) e Diamond Private Investment SPA (Dpi).

Il nucleo investigativo della Guardia di Finanza ha aperto un fascicolo d’indagine venendo a capo di una controversa questione che ha leso anche importanti personaggi famosi del mondo della moda, della musica e dello spettacolo.

 

Truffa dei diamanti contro i clienti Sanpaolo, Unicredit e BPM

Secondo il rapporto degli inquirenti la supervalutazione dei diamanti ha fatto registrare la più grande truffa degli ultimi tempi. Il valore dei preziosi è stato volutamente raddoppiato mettendo così in piedi una frode evidenziata anche dal programma televiso Report. Il monito di quest’ultima è stato accolto da diversi investitori che – impauriti da un’aizone sospetta – si sono chiamati fuori dall’affare perdendo parte del capitale investito. Clienti come Vasco Rossi, invece, hanno deciso di dare fiducia alle compagnie restando con nulla in mano. Un raggiro davvero incredibile. Tutti i numeri del malaffare sono stati convogliati in queste stime di danno che hanno coinvolto diversi enti:

  • 149 milioni nei confronti di IDB.
  • 165 mln di DPI.
  • 83,8 di Banco Bpm e di Banca Aletti.
  • 32 milioni di Unicredit.
  • 11 milioni di Intesa Sanpaolo.
  • 35,5 di Mps
Leggi anche:  Whatsapp e Matteo Salvini: nuova truffa che svuota i conti correnti

Intanto fa scalpore la nuova mail che informa i clienti Sanpaolo di un blocco imminente e definitivo delle carte, dei conti e del sistema di prelievi per un errore da correggere. Si tratta di un nuovo attacco phishing. Tutte le indicazioni su come evitarlo sono disponibili al link precedente.