aggiornamento Android Q novità

Google ha da poco lanciato una prima fase di beta del nuovissimo sistema operativo Android Q. La beta, attualmente, è una developer preview, ovvero dedicata solo agli sviluppatori che, nonostante sia ancora in fase embrionale, hanno trovato nella nuova versione di Android, delle novità molto interessanti. Scopriamole di seguito.

Android Q già sorprende: ecco le novità in arrivo 

Probabilmente in arrivo nell’agosto 2019, Android Q sorprende anche in fase embrionale. Ecco di seguito tutte le prime novità:

  • Dark Mode: molto richiesta, specialmente per chi ha uno smartphone montante schermo AMOLED, sarà una feature già implementata nel sistema operativo. Utile per riposare gli occhi e risparmiare batteria, molto probabilmente la dark mode arriverà anche con uno switch on/off;
  • Tempo Residuo: effettuando uno swipe dal basso verso l’altro, Android Q ci offrirà la possibilità di accedere al menu rapido in cui potremmo visualizzare la percentuale della batteria e una stima del tempo residuo ancora a disposizione;
  • Cambiamenti Grafici: il font Product Sans è diventato il font principale del sistema operativo che, ora, possiamo trovare in tutti i menu. Inoltre c’è la possibilità di ridisegnare le icone e le cartelle;
  • Geolocalizzazione Migliorata: fino ad Android pie tutte le applicazioni che chiedevano il permesso per la geolocalizzazione potevano accedere alla posizione dell’utente anche quando quest’ultimo non era all’interno dell’app. Con Android Q, però, questo problema è stato risolto introducendo l’opzione “consenti solo mentre si utilizza l’app”;
  • Menu di richiesta rapida: se il sistema ha bisogno di attivare qualche funzione per completare una determinata operazione, mostrerà a schermo una finestrella che ci permetterà di attivare la funzione richiesta, ad esempio il WiFi o il Bluetooth, velocemente.