DVB-T2: ora gli utenti saranno costretti a cambiare TV, ecco la motivazione ufficiale

Con l’arrivo del nuovo standard per il digitale terrestre continuare a guardare i canali Rai e Mediaset potrebbe diventare un problema. Il DVB T2 obbligherà gli italiani ad una spesa, ma non tutti gli utenti l’hanno presa bene. In molti si sono domandati se sarà necessario acquistare una nuova televisione e la risposta è negativa, per fortuna. Nonostante ciò, per continuare a fare zapping sui canali del digitale terrestre, bisognerà effettuare un’operazione: scopriamo subito quale.

DVB T2: cosa fare quando giungerà nel nostro paese

A partire dal prossimo anno, quando il 5G giungerà ufficialmente in Italia, il digitale terrestre dovrà cambiare le sue frequenze e passare ad un nuovo standard denominato DVB T2. Con l’arrivo di questo, si verificheranno due situazioni tipo:

  • gli italiani che avranno acquistato una tv negli ultimi anni, dovranno semplicemente modificare le impostazioni. Questo poichè i nuovi televisori sono già adatti a recepire il segnale del DVB T2;
  • gli italiani che possiedono un televisore più obsoleto dovranno acquistare un decoder da affiancare a quest’ultimo.
Leggi anche:  Canone Rai, ecco le informazioni dettagliate per non pagarlo

In poche parole, al momento del cambio di frequenze si tornerà ad una situazione analoga a quella vissuta quando si passò dall’analogico all’attuale digitale terrestre. Se avete dubbi sul vostro televisione e volete sapere se questo supporterà il nuovo standard o meno, vi consigliamo di consultare il libretto illustrativo o effettuare una ricerca online. In merito all’acquisto del decoder, vi rammentiamo che lo Stato dovrebbe erogare un bonus di 25 euro; in merito a ciò, sono ancora da appurare le modalità e i tempi.