robot

La prossima volta che andrai all’aeroporto in Francia potrebbe esserci un robot in attesa di ritirare la tua auto. La ditta francese Stanley Robotics ha sperimentato per alcuni anni i suoi robot autoguidanti, e questa settimana ha iniziato il suo primo servizio a tempo pieno all’aeroporto francese di Lione-Saint-Exupéry.

Il sistema funziona così: i clienti parcheggiano le loro auto in hangar speciali dove i veicoli vengono scansionati per confermare la loro marca e modello. Quindi, uno dei robot di Stanley (che sono essenzialmente carrelli elevatori a guida autonoma chiamati “Stan“) entra, fa scivolare una piattaforma sotto il veicolo, lo solleva, lo porta via e lo parcheggia.

 

I robot riescono a far meglio degli umani anche in questo caso

Stanley Robotica afferma che il suo sistema utilizza lo spazio in modo molto più efficiente degli umani, installando il 50% in più di automobili nella stessa area. Ciò è dovuto in parte alla guida precisa dei robot, ma anche perché il sistema tiene traccia di quando i clienti torneranno. Ciò significa che i robot possono parcheggiare le auto anche in profondità, tanto ci pensarà il robot a trovare il veicolo giusto al ritorno del proprietario.

Leggi anche:  Dal MIT arriva il primo cane-robot che può compiere backflip

Lo chiamiamo un robot parcheggiatore perché la gente deve solo lasciare la propria auto all’ingresso del parcheggio e quindi possono praticamente uscire e farsi parcheggiare la macchina a volo”, ha detto il co-fondatore e direttore operativo della Stanley Robotics, Stéphane Evanno. Il robot utilizza la stessa tecnologia delle auto a guida autonoma, ed è in grado di scansionare l’ambiente circostante in qualsiasi momento.