xiaomi-mi-9-resistenza

Recentemente Xiaomi ha annunciato di voler cambiare strategia per quanto riguarda gli smartphone di punta della compagnia ovvero quelli della serie Mi. Il cambio fa riferimento all’idea che i consumatori sembrano essersi fatti degli smartphone in questione ovvero potenti, ma impacchettati con materiali scadenti. La direzione è quindi quella di aumentare il prezzo, ma solamente per poter usare altri materiali così da allontanare questi voci dal marchio eppure il Mi 9 ha voluto sottolineare una cosa in tutto questo.

Come ormai siamo abituati, JerryRigEverything ha preso tra le mani l’ultima ammiraglia del marchio cinese e ci ha condotto qualche test come quello di resistenza e di piegatura. Il risultato finale è sostanzialmente quello che il dispositivo è particolarmente resistente, non senza qualche punto debole, ma anche fosse il dubbio sulla qualità in questo caso non esiste.

 

Leggi anche:  Huawei e il primo posto come produttore di smartphone: una questione di processori

Xiaomi Mi 9

Come detto non c’è da preoccuparsi sulla resistenza complessiva dello smartphone, se mai qualcuno lo stesse facendo, passato a pieni voti il test su questo fattore cosi come quello della piegatura un punto che molte volte è risultato essere carente negli smartphone Xiaomi come nel Redmi Note 7. Il punto debole in questo caso è la protezione scelta per gli obiettivi della configurazione posteriore.

Il dispositivo è stato pubblicizzato con una protezione chiamata vetro zaffiro e come suggerisce il nome è infatti una via di mezzo in fatto di resistenza ai graffi rispetto ai due materiali. Esiste una scala quando si misura questo fattore e si chiama scala Mohs. Se lo zaffiro come valore ha 9, il vetro ha 6 e questo smartphone ha raggiunto un 7.