offerte Wind velocitàSentore di class action contro Wind Italia che con una mossa a dir poco spregiudicata decide di offrire banda limitata per la navigazione su alcune offerte. Si parla in particolare della promo di linea fissa chiamata Wind Absolute, l’unica che non prevede il modem obbligatorio in abbinata. La situazione è critica e gli utenti sono furibondi.

 

Wind dimezza la velocità di navigazione da casa

Dopo le buone nuove sul fronte del nuovo record di velocità 4G di Wind Tre si passa alle brutte notizie. Più che brutte, visto che l’operatore pare che la stia facendo pagare direttamente agli utenti per la nuova Delibera AGCOM che impartisce nuove disposizioni agevolate per la scelta del modem da abbinare alla propria offerta residenziale.

Se si prova a fare un nuovo abbonamento Absolute si ottengono due offerte che cambiano tra loro a seconda che si scelga o meno il modem a rate. Con Absolute con modem si arriva a navigare a 200 Mbps, mentre senza modem ci si spinge al massimo a 100 Mbps. Sembra che il gestore stia attuando una sorta di ingiustificata rappresaglia contro le recenti disposizioni del Garante. Si spiega chiaramente dal fatto che la differenza consiste proprio nella preferenza del modem router, visto che il prezzo finale dell’offerta resta praticamente lo stesso.Wind Absolute modemUna contraddizione bella e buona che cozza con la decisione presa con Delibera n. 348/18/CONS, che a pagina 9 sancisce:

Leggi anche:  Wind Giga x Te: i clienti ricevono fino a 10GB di traffico dati extra

“Orbene, si reputa che la scelta da parte di un utente di utilizzare un’apparecchiatura terminale procurata autonomamente in luogo di quella fornita dall’operatore non debba pregiudicare la fruizione dei servizi compresi nell’offerta commerciale, in quanto, viceversa, risulterebbe condizionata la libertà di scelta dell’apparecchiatura terminale”

Ci aspettiamo ulteriori sviluppi e provvedimenti. Voi che cosa ne pensate al riguardo? Spazio ai commenti.