come registrare chiamate

Se avete bisogno di registrare una chiamata e non sapete da dove cominciare, ecco alcuni consigli utili. Innanzitutto dobbiamo chiederci se è una pratica legale, mentre la seconda domanda è relativa allo scopo del nostro file di record. Registrare una chiamata è legale nel momento in cui i partecipanti alla conversazione ne sono coscienti.

Altra cosa è la diffusione dell’audio catturato poiché, sebbene ne siano informati, i partecipanti sono tutelati da un diritto alla privacy difficilmente violabile in pubblico. Passando a cose meno serie, gli operatori Wind Tre, TIM, Vodafone e Iliad non interferiscono con il vostro obiettivo. Nel frattempo vediamo cosa ci offre il Play Store.

Tim, Wind, Tre, Vodafone e Iliad: come registrare le chiamate

Dopo un’analisi attenta, vi consigliamo queste tre valide applicazioni:

  • Call Recorder: una volta che s’installa l’applicazione l’utente deve accettare alcune autorizzazioni di accesso al telefono per registrare le chiamate. Disponibile per Android e iOS.
  • Cube Call Recorder ACR: questa è un’applicazione che offre una caratteristica in più rispetto alla precedente. Infatti, gli utenti possono registrare le chiamate anche dalle app di messaggistica, come per esempio Skype, Messenger e Whatsapp. Per scaricarla sul vostro dispositivo Android, potete cliccare qui.
  • TapeACall: infine quest’app è disponibile per tutti gli smartphone che hanno il sistema operativo Android (puoi cliccare qui per scaricare), mentre l’utente può decidere se sfruttare una versione freeware o a pagamento. TapeACall gratuito imposta un limite di durata nella registrazione, per cui l’utente potrà catturare soltanto i primi 60 secondi, mentre la versione a pagamento non presenta alcun limite.