DisserviziIndipendentemente dall’operatore telefonico considerato, e dall’offerta in proprio possesso, tutti gli utenti italiani sono spesso soggetti a down di rete, ovvero disservizi che impediscono la connessione alla rete internet o l’invio/ricezione di chiamate vocali.

Consapevoli di poter fare davvero poco in tali occasioni, l’unica soluzione per capire se la problematica è legata al singolo dispositivo, o globalmente (senza distinzioni sulle offerte), consiste nel collegamento al sito Downdetector. Accessibile gratuitamente da qualsiasi dispositivo collegato alla rete internet (smartphone, tablet, notebook o altro), viene definito come un contenitore di segnalazioni da parte della community mondiale. L’utente che attualmente sta riscontrando una qualsiasi difficoltà può collegarsi al sito ed inviarla, in modo che altri possano comprendere giustappunto di non essere i soli.

 

Downdetector: il servizio gratuito con il quale scoprire le cause dei down

La fruizione del servizio è completamente gratuita, nella parte centrale della schermata viene visualizzato un grafico delle ultime 24 ore con il numero di segnalazioni ricevute. Nell’eventualità in cui sia stato registrato un picco, chiaramente in quel momento vi è stato un down di sistema

Leggi anche:  Down e disservizi: in vetrina i guai di Wind, Vodafone, TIM e Iliad

Diventa quindi importante capire se la nostra regione di residenza è stata colpita, nella mappa sottostante vengono individuate le aree coinvolte (di tutto il pianeta), con la possibilità di leggere i commenti degli utenti tramite il plugin diretto da Facebook.

Downdetector, è importante ricordarlo, non ha nulla a che fare con le aziende di telefonia o altro, riporta solamente quello che gli utenti segnalano, di conseguenza in alcune occasioni potrebbe anche presentare inesattezze o dati effettivamente non troppo veritieri.