Quando siamo soltanto al mese di marzo, già tante persone si sono viste aumentare i costi telefonici delle loro ricaricabili. Tra i maggiori provider del mercato, solo Wind ad ora ha confermato i prezzi per gli attuali clienti. A differenza di Vodafone e TIM, il gestore arancione ha optato per una strategia diversa.

Anche Wind in queste settimane invernali ha scelto la via degli aumenti di prezzo. Non sono state toccate le offerte ricaricabili, ma bensì due servizi, uno per la telefonia fissa e l’altro per quella mobile.

 

Wind, prezzi in aumento per due servizi nel mese di marzo

Per quanto concerne il servizio della telefonia fissa, saranno colpiti i nuovi clienti che attiveranno un piano Fibra Ottica. Tutti coloro che scelgono la connessione ad alte velocità dovranno spendere qualcosa in più per il modem. Il canone mensile passa dai vecchi 5 euro a 5,90 euro. Inalterate le 48 mensilità previste per un aumento complessivo nei quattro anni che si attesa sui 40 euro. Per i vecchi utenti il prezzo del modem resta quello di sempre.

Leggi anche:  Wind straccia Iliad con la promozione da 30 giga per tutti gli utenti

Per la telefonia mobile, invece saranno incrementati i costi di portabilità del numero. Se sino ad oggi chi voleva migrare in TIM, Vodafone o Iliad spendeva solo 1 euro per il passaggio del credito, da marzo il costo si attesterà sui 1,60 euro. La spesa si applica, come ovvio una volta sola, ed le tempistiche per l’attivazione della nuova linea saranno sempre di due giorni lavorativi.

Per eventuali info aggiuntive, è sempre possibile contattare il call center Wind all’155.