tesla

Secondo Reuters, Tesla smetterà di considerare il risparmio stimato di carburante nel prezzo delle sue auto in Germania. Il centro tedesco per la protezione contro la concorrenza sleale ha dichiarato mercoledì che Tesla ha accettato le condizioni per cui da oggi sarà più “trasparente” con i prezzi sul proprio sito web entro il 20 marzo.

Le pagine del sito web di Tesla attualmente mostrano prezzi multipli per ogni auto, compresi quelli che includono “incentivi e risparmio di carburante“. Alcuni di questi prezzi vengono visualizzati accanto alle immagini delle auto della società, mentre il prezzo effettivo dell’auto  si trovava in fondo alla pagina dell’ordine di acquisto. All’associazione tedesca, nota anche come Wettbewerbszentrale, non è piaciuta questa pratica.

Anche se il prezzo con lo sconto è valido e l’auto può essere acquistata tramite incentivi, tale importo non può essere detratto dal prezzo di acquisto o dal tasso mensile, perché i clienti devono pagare l’intero prezzo al momento dell’acquisto o del finanziamento“, ha detto l’associazione Reuters. Tesla non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.

Leggi anche:  Henrik Fisker propone un SUV capace di mettere in difficoltà Model 3 di Tesla

 

Questa non è la prima volta che la Germania ha bloccato Tesla

L’approccio di Tesla ai prezzi ha suscitato critiche da quando la società ha iniziato ad usare questo modello di vendita anche per la Model 3, sebbene le indagini siano aumentate dopo aver notato che la società utilizzava lo stesso metodo di vendita anche per la Model S e Model X lo scorso novembre. Ma anche se gli incentivi fiscali e il costo più basso dell’elettricità rispetto alla benzina possono incentivare l’acquisto di un auto del genere, l’inclusione di questi fattori nei prezzi iniziali è stata definita “dubbia” e “confusa“.

Questa non è la prima volta che la Germania ha bloccato il linguaggio usato da Tesla nei suoi materiali promozionali. Nel 2016, il ministro dei trasporti del paese ha chiesto alla compagnia di smettere di usare il termine “pilota automatico” per descrivere il suo pacchetto avanzato di assistenza alla guida.