truffa diamantiLa truffa dei diamanti ha riempito le testate dei media televisivi e descritto un attacco di proporzioni storiche. Ha coinvolto un gran numero di personalità illustri, prima fra tutte quelle del noto cantante Vasco Rossi che – come molti altri – è incorso in un raggiro organizzato alla perfezione da Intermarket Diamond Business SPA (Idb) e Diamond Private Investment SPA (Dpi). Indirettamente anche Intesa Sanpaolo, BPM e Unicredit sono finite sotto inchiesta. La situazione è delicata ed è affidata agli inquirenti che stanno disponendo tutti gli accertamenti del caso.

 

Truffa dei diamanti: conti vuoti per clienti Sanpaolo, Unicredit e BPM

L’ultima frode Intesa Sanpaolo sembra quasi una bazzecola di fronte ad un raggiro di proporzioni nazionali che va ben oltre il semplice phishing. Qui la truffa si tocca con mano. I diamanti oggetto delle indagini erano degli elaborati falsi. Il prezzo è stato gonfiato fino a raddoppiare il valore dei preziosi. Il nucleo investigativo della Guardia di Finanza indaga le società bancarie cui si attribuisce responsabilità amministrativa dopo le invettive dei PM Grazia Colacicco e Riccardo Targetti.

Leggi anche:  Truffa Unieuro, attenzione ai falsi SMS che potreste ricevere in queste ore

La supervalutazione dei diamanti era stata già oggetto di discussione su Report, la trasmissione TV che già diversi anni fa aveva sollevato parecchi dubbi circa questo giro di affari. All’epoca parecchi investitori si erano chiamati fuori con oneri importanti per l’uscita dall’accordo. CI hanno senz’altro rimesso ma è andata peggio a chi è rimasto. Costoro dovranno fare i conti con la realtà di un conto vuoto e l’amaro in bocca per la presa in giro più grande della storia finanziaria.