credito telefonico

Capita sempre più spesso di arrivare  a metà mese e di non avere più credito telefonico disponibile per poter continuare a usufruire della propria promozione. Non ha più importanza se la ricarica effettuata all’inizio del periodo fosse sufficiente al pagamento del rinnovo e alla relativa fruizione durante il mese. Infatti, i clienti TIM, Wind Tre e Vodafone si ritrovano obbligati ad effettuare una nuova ricarica senza un’apparente ragione. Sottolineiamo “apparente” in quanto una ragione esiste, ma molte volte appare velata per via dei sotterfugi operati dalle aziende.

Abbonamenti truffa esauriscono il credito telefonico dei clienti TIM, Vodafone e Wind Tre

Ebbene, il credito telefonico dei clienti degli operatori nazionali esaurisce per un motivo reale ed esistente: l’attivazione di servizi non richiesti. Questo genere di servizi opera come dei veri e propri abbonamenti truffa, i quali si attivano senza il consenso è la notificazione ai clienti. Per via di queste loro caratteristiche diventa sempre più difficile individuarli e, a proprio discapito, ricevere un relativo rimborso. Gli abbonamenti truffa sono pressoché simili tra di loro, alcuni avvisano della loro attivazione attraverso un sms mentre altri operano in sordina. In ogni caso, per per tutelarsi da questo genere di truffa no vi consigliamo di:

  1. Controllare spesso il proprio credito telefonico e le relative movimentazioni;
  2. controllare sempre la voce “ altro”  o “ altri costi” nelle sezioni delle proprie applicazioni  inerenti al credito telefonico;
  3. Telefonare il servizio clienti di Tim, Vodafone o Wind Tre per richiedere la disdetta di Italia abbonamenti;
  4. chiedere agli addetti del servizio clienti l’attivazione di un blocco che tutela il vostro credito telefonico.