honda

Honda E Prototype, che ha debuttato ufficialmente al Salone dell’Automobile di Ginevra del 2019, ha iniziato la sua nuova avventura come Urban EV al Salone di Francoforte 2017. Honda usa il termine “prototipo” per riferirsi a un’auto che è quasi, ma non interamente pronta per la produzione. Gli esempi precedenti includono i prototipi Insight Prototype e Civic Type R, che mancavano entrambi di interni visibili durante i loro debutti.

Ma l’E Prototype si sente molto vicino al rilascioe si aggiorna in vista dell’entrata sul mercato. L’azienda ha rinnovato lo stile delle porte, offrendo un po più di versatilità, mentre la griglia perde lo schermo e aggiunge concavità.

Un accenno al fatto che l’E Prototype non fosse esattamente costruita pensando agli Stati Uniti viene dagli specchietti retrovisori. Invece, sono stati sostituiti con il sistema Camera Mirror System di Honda, un sistema che è ancora vietato negli Stati Uniti, nonostante auto nuove come la Audi E-Tron che promette versioni simili. La porta di ricarica è nascosta sotto la toppa nera sul cofano e sono presenti luce a LED che consentono ai proprietari di conoscere lo stato della ricarica.

 

Interni e prestazioni

Mentre la dashboard è quasi interamente schermata, con informazioni visualizzate sia davanti a guidatore che a passeggero. Agli angoli ci sono schermi aggiuntivi per mostrare ciò che il Sistema Mirror Camera vede su entrambi i lati. Ci sono pulsanti fisici per i controlli del clima, appena sopra le porte di alimentazione USB, HDMI e AC. La minuscola consolle centrale mantiene il comando a pulsante.

Honda non ha detto quanta potenza eroga il suo motore elettrico, ma ha riferito che sarà soddisfacente vedere “le prestazioni delle piccole-auto di prossima generazione“. Inoltre, non ha detto quanto fosse grande la batteria, ma sembra che l’unica cosa più piccola di questa vettura sia la sua portata, che secondo Honda raggiunge 124 miglia.