blackberry-acquista-azienda-sicurezza-informatica

Nel tentativo di rafforzare il proprio portafoglio di soluzioni per la sicurezza, BlackBerry ha annunciato di aver completato l’acquisizione di Cylance, società di sicurezza basata sull’intelligenza artificiale. L’accordo aggiungerà importanti IP e tecnologie al portafoglio già ampio di soluzioni di sicurezza di BlackBerry per il mondo sempre più connesso di oggi.

Cylance utilizza algoritmi avanzati AI e ML per prevedere, rilevare e prevenire minacce note e sconosciute. Esse aiuteranno a migliorare sia le piattaforme QNX e Spark di BlackBerry per le auto connesse, sia vari altri dispositivi IoT.

BlackBerry fa un passo avanti per la sicurezza informatica

IoT e altri dispositivi connessi sono ancora relativamente nuovi, motivo per cui le potenziali minacce che possono danneggiarle rimangono in gran parte sconosciute in questo momento. Gli algoritmi avanzati AI e ML, come quelli sviluppati da Cylance, possono aiutare a prevedere e rilevare le minacce.

In totale, BlackBerry ha pagato $ 1,4 miliardi per Cylance, fondata nel 2015 dagli ex dipendenti Intel e McAfee. Il fondatore dell’azienda, Stuart McClure, continuerà a rivestire il ruolo di presidente di BlackBerry Cylance, che opererà come un’unità separata all’interno di BlackBerry.

Leggi anche:  Google Project Zero: scovata nuova falla nel sistema MacOS di Apple

Il Chairman e CEO di BlackBerry, John Chen, ha elogiato l’acquisizione in una dichiarazione. Egli spiega come la tecnologia di Cylance aiuterà a raggiungere l’obiettivo di diventare la più grande azienda al mondo nel settore della sicurezza informatica.

“BlackBerry ha compiuto un enorme passo avanti verso il nostro obiettivo di essere la più grande e più fidata compagnia al mondo di sicurezza informatica”, ha riferito il CEO. La sicurezza degli endpoint e dei dati tra loro è assolutamente cruciale nel mondo iperconnesso di oggi. Aggiungendo la tecnologia di Cylance al loro arsenale di soluzioni cyber aiuteranno le aziende a connettere, proteggere e in modo intelligente gli utenti.