Truffe

Sempre più utenti stanno segnalando problemi con gli operatori dei Call center di Tim, Wind, Tre e Vodafone. A quanto pare, infatti, il numero di utenti truffati dai Call center sta aumentando a dismisura. Tariffe vendute a prezzi diversi da quelle reali, falsi contratti, e tanto altro, sono questi gli escamotage usati dagli operatori che ci costringono, a fine mese, a saldare bollette salatissime. Scopriamo di seguito come avvengono le truffe e come possiamo difenderci.

La truffa dei modem: ecco come gli operatori rubano i nostri soldi

Ogni giorno, centinaia di migliaia di utenti, sono contattati dagli operatori telefonici italiani tramite Call center. Sono sempre di più, purtroppo, gli addetti dei Call center che pur di vendere nuove tariffe e chiudere nuovi contratti se ne inventano di tutti i colori. Questi ultimi, infatti, cercano di non farci capire nulla, fanno giri di parole enormi, parlano veloce e cercano di evitare sempre il punto centrale della nuova offerta. 

La truffa più comune riscontrata, nell’ultimo periodo, riguarda i modem. A quanto pare questi dispositivi di rete, telefonicamente, vengono venduti come gratuiti ma, a fine mese, ci ritroviamo costretti a pagarli in bollette ultra salate. Ebbene si, dopo il danno anche la beffa in quanto, dato che le chiamate vengono registrate, non possiamo far altro che saldare il conto e, nella maggior parte dei casi, continuarlo a saldare per altri mesi pena pagamento di una penale.

Leggi anche:  Sanpaolo, Unicredit e BPM: conti correnti svuotati con i diamanti

Per cercare di non essere truffati, ecco di seguito alcuni consigli:

  • contattare personalmente i Call center ufficiali degli operatori oppure utilizzare le chat dedicate sui social;
  • consultare i siti web degli operatori come Tim, Wind Tre e Vodafone per scoprire le tariffe originali;
  • buon senso, se l’offerta è troppo vantaggiosa potrebbe essere, quasi sicuramente, un truffa quindi state attenti!