Non si fa che parlare della truffa di 700 milioni di Euro che ha colpito alcuni VIP e consumatori comuni: la truffa dei diamanti; gli investigatori lavorano al caso già da due anni ma finalmente ne sono arrivati a capo sui “diamanti da investimento“. Sono coinvolti numerosi Istituti di Credito e grazie all’indagine del Guardia di Finanza abbiamo scoperto alcuni nomi: Unicredit, Intesa San Paolo, Banco Bpm, Banca Aletti e Monte dei Peschi; l’esito dell’accusa è truffa aggravata e auto-riciclaggio di diamanti. A quanto dicono le notizie, coinvolte sono anche alcuni VIP noti come Vasco Rossi (sembrerebbe che abbia investito 2 milioni di Euro), Federica Panicucci e Simona Tagli.

Grazia Colacicco e Riccardo Targetti hanno diretto personalmente l’indagine e nel registro degli indagati hanno iscritto le seguenti banche per responsabilità amministrativa; le banche si sono giustificate dichiarando “di essersi limitati a segnalare la possibilità di investire in dei diamanti con la possibilità di ottenere solo ricavi marginali”.

Truffa Diamanti: le quotazioni gonfiate dagli Istituti di Credito

A quanto pare, le società avrebbero venduto i diamanti ad un prezzo superiore (quasi il doppio) rispetto al reale valore; nella truffa, le banche hanno preso il ruolo di intermediario fra le società e i clienti.

Leggi anche:  Unicredit, BNL e SanPaolo: occhio alle nuove truffe sui conti correnti

Le quotazioni di Rapaport ha riportato il listino internazionale dei diamanti ed è uscito fuori che le società vendevano i diamanti il doppio del valore; in questo modo, i clienti che hanno cercato di rivenderli sono rimasti fregati. Fra le vittime: il famoso Vasco Rossi ha investito più di 2,5 milioni e mezzo di Euro; Federica Panicucci ha investito 55 mila Euro mentre, Diana Bracco che ha investito più di un milione di Euro.