Gli hacker continuano ad attaccare i consumatori e a svuotare tutto il conto corrente; in questi ultimi giorni, numerosi consumatori hanno segnalato alcuni attacchi hacker. Colpiti maggiormente, sono i clienti che hanno un conto corrente con Unicredit, Intesa San Paolo e BNL; abbiamo costatato, che le truffe avvengono per lo più tramite messaggi su whatsapp e messaggi email.

I consumatori nuovamente vittime degli attacchi hacker: ecco il nuovo metodo

Grazie alle numerose segnalazioni inviate, abbiamo raccolto informazioni sufficienti per capire l’attacco che l’hacker mette in atto; innanzitutto, vogliamo ricordarvi di installare un anti-phishing così da non ricevere più false email che potrebbero svuotarvi il conto corrente.

A quanto pare, l’hacker, attraverso delle specifiche attrezzature riesce a scoprire l’email che contengono una reale fattura da pagare; una volta scoperta, modifica il numero dell’ iban a cui, il cliente deve accreditare il pagamento e lo sostituisce con uno falso, dove riceverà i soldi. In questo modo, la vittima inconsapevolmente effettua il pagamento direttamente all’hacker e si ritrova, con un debito da pagare per un reale servizio ricevuto.

L’altro tipo di truffa avviene tramite whatsapp: il cliente pensa di riceve un messaggio dal proprio Istituto di Credito ma non sa che, in realtà è tutta opera dell’hacker; il messaggio solitamente contiene un avviso per la vittima perché il suo conto corrente è bloccato per motivi di sicurezza. Come fare per sbloccarlo? L’hacker, invita la vittima a sbloccarlo tramite un link che lo indirizza direttamente all’Home Banking; una volta che la vittima accede con le proprie credenziali, l’hacker riesce a rubare ogni dato sensibile e a svuotare l’intero conto corrente.

Leggi anche:  Fisco spia i conti correnti Unicredit, BNL, SanPaolo e BPM

Truffe online: cosa fare per proteggersi

I consumatori, possono proteggersi dalle truffe seguendo alcuni consigli:

  • Come abbiamo accennato prima, installate un anti-phishing per evitare di ricevere false email;
  • Inoltre, è bene sapere che nessuno Istituto di Credito invia messaggi ai propri clienti su whatsapp;
  • Controllate giornalmente i movimenti del proprio conto corrente e se trovate qualcosa di anomalo, chiamate immediatamente la propria banca;
  • Attivate l’opzione di notifica per ogni movimento che ogni banca offre ai suoi clienti.