sms battono whatsapp e telegram

Ad oggi le numerose app di messaggistica istantanea rimangono sempre la prima scelta dei consumatori. Anche gli operatori di telefonia mobile si sono adattati alla situazione, e offrono tariffe con bundle pieni di giga oppure propongono un consumo dati zero per l’uso di app social e e chat.

Quindi chi ha Tim, Wind, Tre o Vodafone non si pone più il problema dei consumi di WhatsApp e Telegram, sottovalutando però una tecnologia ancora molto usata nel mondo. Gli SMS, infatti, detengono ancora il primato di forma di comunicazione preferita da larga parte del pianeta.

SMS battono Whatsapp: perché i clienti Tim, Tre e Vodafone li usano ancora

I messaggi di testo non sono una tecnologia scomparsa dai radar e questa tesi la sostiene anche uno studio di Commify, ente che si occupa di statistica. L’analisi ha stabilito che anche durante il 2019 saranno circa due terzi gli europei a preferire gli SMS ad applicazioni come WhatsApp.

Leggi anche:  Telegram distrugge Whatsapp: ecco le migliori e nuove funzioni inedite

In molti si potrebbero chiedere come possa essere possibile ma, senza ulteriori giri di parole, gli SMS vincono su tutte le app per un dettaglio molto semplice: non hanno bisogno di una connessioni dati. 

In più, comunicare tramite gli SMS non necessita di una piattaforma specifica, né si guarda troppo a quale smartphone iOS o Android utilizzate. Ogni utente dotato di un di telefono potrà inviare e ricevere messaggi con la certezza di utilizzare l’unico mezzo di comunicazione che raggiunge il 100% degli utenti. 

Queste ragioni, accanto ad altre, mantengono longevi gli SMS. Tali sono anche la modalità di comunicazione prediletta dal business e dal marketing, così come dai nostri stessi operatori di telefonia.