decoder digitale terrestre DVB T2

Il prossima anno sarà l’anno dei cambiamenti: tra quelli più rilevanti figura, senza mezzi termini, il cambio di frequenza del digitale terrestre. Al fine di permettere l’arrivo e la diffusione del 5G, i canali odierni della televisione dovranno cambiare frequenza e liberare quelle attualmente occupate. Per effettuare questa transizione entrerà in campo il DVB T2, il nuovo standard per il digitale terrestre.

Le trasmissioni di Rai e Mediaset rimarranno invariate e in alcuni casi anche il televisore delle famiglie italiane. Scopriamo subito se sarà necessario acquistare una nuova televisione!

DVB T2: il cambio tv è imminente per tutti?

Non è ancora stato reso chiaro in che modalità avverrà il cambio di frequenza; al momento sappiamo solo che la data prestabilita è il 2020, ma non è sicuro se avverrà allo stesso momento per l’intero paese o se a scaglioni. Ciò che invece è assodato è che gli italiani non saranno obbligati ad acquistare una nuova televisione: a seconda dei casi, sarà obbligatorio l’acquisto di un semplice decoder.

Leggi anche:  Mediaset Premium: persi altri canali ma arriva il nuovo abbonamento

In particolare segnaliamo che per gli utenti che hanno comprato una smart tv negli ultimi due anni, nessuna spesa sarà obbligatoria. Secondo quanto rinomato, tutte le televisioni prodotte in questo arco di tempo dovrebbero supportare il DVB T2. Potrete appurare questa informazione consultano il vostro libretto informazioni.
Gli utente che, invece, hanno a casa un televisore più vecchietto dovranno acquistare un semplice decoder. A tal proposito lo Stato dovrebbe erogare un bonus di 25 euro per l’acquisto di questo devices, devono ancora essere definite le modalità.