WhatsApp: multa per gli utenti TIM, Vodafone e Iliad da 250 euro

WhatsApp è l’applicazione più utilizzata sui nostri smartphone. Oggi, forse, solo Instagram riesce a competere con la piattaforma di messaggistica. La rilevanza quotidiana di WhatsApp ha conseguenze rilevante sullo spazio libero del nostro smartphone. Specie quando si tende ad aggiornare spesso la piattaforma, la sola presenza di WhatsApp sul dispositivo può togliere tra i 150 ed i 250 MB.

Anche se i device con 16 GB (ed ora anche da 32 GB) sono diventati obsoleti, molte persone continuano ad avere problemi di gestione della memoria. La chat tra parole, video, foto e documenti può occupare tutto lo spazio del dispositivo.

 

WhatsApp, tutti i trucchi disponibili per usare la chat senza occupare spazio in memoria

Ci sono almeno tre metodi per risparmiare memoria sul cellulare. La prima accortezza da fare, come molti ben sanno, è disattivare i download automatici per foto, video ed i documenti in arrivo sulla chat. Ogni qual volta che riceveremo immagini, filmati o altri file, questi non saranno memorizzati di default sul cellulare.

Una opzione da considerare è anche l’archiviazione delle chat più pesanti. Con WhatsApp si può cestinare una discussione lunga o particolarmente piena di file, senza perderne il contenuto. Ovviamente è necessari effettuare prima un backup dell’app.

Leggi anche:  WhatsApp, come recuperare e leggere i messaggi eliminati dalle chat

In tal senso, è di aiuto anche il ripristino dell’app. Al fine di liberare MB in memoria si può disinstallare la chat dal dispositivo per poi effettuare un nuovo download. Attraverso un backup, si potrà recuperare WhatsApp nelle condizioni iniziali ma con un notevole beneficio. Quei file temporanei ingombranti ed inutili saranno del tutto eliminati.