Anche Fineco si aggiunge alla lista delle banche che aderiscono al servizio Google Pay: tra le altre, sono già presenti Nexi, N26, Hype, UBI Banca e PostePay.

Conferma fresca di giornata, arrivata proprio nel pomeriggio, dopo già diversi giorni in cui si vociferava questo possibile risvoltosmart” della FinecoBank S.p.A. La notizia è stata diffusa tramite l’account social della stessa società, oltre ad essere confermata dall’ingresso del marchio fra le banche aderenti al servizio Google Pay.

Arrivato in Italia da appena qualche mese, il servizio di Big G, seppur in ritardo rispetto ai propri predecessori Apple Pay e Samsung Pay (una specie di Google Pay, abilitato solo per gli utenti possessori di uno smartphone dell’azienda giapponese), ha già raccolto moltissimi consensi e sta facendo incetta di nuovi partner, andando così a raccogliere una clientela ancora più ampia.

Sicuramente non è una sorpresa per i più navigati. Fineco è infatti la banca diretta multicanale del gruppo Unicredit e conta più di 1.200.000 clienti, e dal momento che Unicredit era già parte del circuito di pagamento creato da Google, era prevedibile che Fineco la seguisse a ruota.

Fineco Google PayImportante sottolineare che al servizio sono ammesse tutte le carte di credito, di debito e le ricaricabili Fineco dei circuiti Mastercard e Visa. Non sono invece incluse le VPay, le carte Link e le ricaricabili intestate a terzi.

Leggi anche:  Unicredit, Sanpaolo e BPM: novità e conseguenze delle truffe ai clienti

 

Google Pay: finalmente compatibile con Fineco

Da questo momento in poi, i clienti della banca potranno gestire i propri acquisti in negozi fisici e online, nonché sulle piattaforme che consentono questo tipo di metodo, tramite l’app Google Pay. Per gli smartphone Android con sistema NFC, inoltre, sarà anche possibile effettuare pagamenti contactless: basterà avvicinare il proprio telefono al POS per far avvenire in pochi istanti la transazione.

Fineco Google PayIntervistato su questo passo notevole della società, che tra l’altro si apre definitivamente al futuro dell’e-commerce, il Responsabile Prodotti di Fineco Marco Briata ha annunciato che si tratta solo di uno dei tanti futuri tasselli volti a rendere l’esperienza della clientela sempre più completa e al passo con i tempi. D’altronde, se davvero è corretta la previsione di Fabio Vaccarono (Managing Director di Google Italia), entro il 2020 la totalità dei pos europei accetterà pagamenti nfc.