truffa Vodafone su Whatsapp

Le truffe online continuano ad essere sempre più numerose e i consumatori non sanno più come proteggersi; questa volta è toccato ai clienti di vari Istituti di Credito come UnicreditBNL, Intesa San Paolo Postepay. Le vittime hanno subito segnalato l’accaduto e la polizia postale è già a lavoro per scoprire i truffatori; a quanto dicono le segnalazioni, tutte le vittime hanno trovato il conto corrente vuoto.

Truffe online: i consumatori continuano ad essere colpiti

I consumatori sono stanchi di essere le vittime degli hacker e delle loro subdole truffe; per fortuna, grazie alle numerose segnalazioni inviate possiamo capire da quali messaggi dobbiamo stare alla larga.

Le truffe rilevate sono due: un messaggio che arriva su Whatsapp e uno che arriva sull’email:

  • Truffa via Whatsapp: l’hacker riesce con facilità ad inviare un messaggio al cliente sotto il falso nome dell’Istituto di Credito; il messaggio avvisa la vittima di un probabile blocco con il proprio corrente e per sbloccare tale problema, l’utente deve accedere all’Home Banking tramite il link che il messaggio contiene. Il link del messaggio è la truffa perché è un Home banking fasulla creata dall’hacker, in modo da rubare le credenziali una volta che la vittima le ha inserite e ha proseguito con l’accesso.
Leggi anche:  WhatsApp: nuovo aggiornamento e utenti contentissimi, la chat cambia

Vogliamo precisare, che nessuno Istituto di Credito invierebbe un messaggio su Whatsapp per avvertire il cliente di un problema molto grave; quindi, nel momento in cui ne riceverete uno, eliminatelo subito.

  • La truffa via email avviene invece così: l’hacker riesce a rilevare tutte l’email che contengono una fattura che la vittima deve pagare; una volta rilevata, modifica l’iban su cui la vittima deve effettuare il bonifico e lo modifica con uno falso, così da ricevere l’intero ammontare del costo.

Consigliamo a tutti i consumatori, di scaricare un anti-phishing così da evitare l’arrivo di queste email che contengono una probabile truffa.