Mediaset PremiumCon una crisi che non sembra voler mollare la presa sui portafogli della maggior parte dei consumatori italiani, Mediaset Premium sembra aver trovato la perfetta soluzione per incrementare la clientela, non obbligandola comunque a sottostare a vincoli contrattuali o a fornire le coordinate bancarie per l’addebito.

Il nuovo abbonamento lo potremmo a tutti gli effetti definire prepagato, in altro parole il consumatore provvede a pagare anticipatamente 15 euro per garantirsi l’accesso ai contenuti aziendali per una durata complessiva di 30 giorni. Al termine del periodo indicato è poi possibile decidere di sottoscrivere il contratto standard, da 14,90 euro al mese con tutti i benefici annessi, oppure lasciar perdere il mondo delle pay TV.

 

Abbonamento prepagato è il nome della nuova idea di Mediaset Premium

L’aspetto positivo di una simile soluzione sta proprio nella possibilità di fare quello che si vuole, senza impegno o vincoli prestabiliti alla sottoscrizione. La trasmissione dei contenuti avviene al solito tramite il digitale terrestre, di conseguenza il cliente non è costretto ad installare alcuna parabola satellitare o decoder particolari da collegare alla televisione, l’azienda provvederà solamente ad inviare tramite posta la smart card da inserire nella stessa.

Leggi anche:  Mediaset Premium: ufficiale il nuovo abbonamento che batte Sky e IPTV

Gli handicap più grandi di ogni abbonamento a Mediaset Premium appaiono essere l’assenza dell’alta definizione, massima qualità raggiungibile è l’SD (se non tramite l’applicazione mobile Premium Play), e dei contenuti sportivi (acquisiti in toto da Sky e DAZN). Per attivare il contratto discusso nel nostro articolo potete collegarvi direttamente al sito ufficiale e pagare tramite carta di credito.