LG smartphone pieghevole

LG parteciperà al Mobile World Congress 2019 di Barcellona e presenterà i suoi nuovi G8 ThinQ e il V50 ThinQ. Non c’è dubbio perché da settimane ormai si susseguono indiscrezioni, rendering più o meno ufficiosi e teaser dell’evento. Due top di gamma in un colpo solo mentre non ci sarà traccia dello smartphone pieghevole.

LG ritiene che sia “troppo presto” per presentare al mondo intero il design del suo primo smartphone. Lo ha riferito senza troppi giri di parole il capo della divisione mobile appena nominato Kwon Bong-seok. Come riportato dai colleghi del The Korea Times, la società avrebbe deciso di non produrre uno smartphone pieghevole. Almeno per il momento.

 

LG e il suo smartphone pieghevole: arriverà solo al momento giusto

Un vero peccato perché in quel di Seoul, LG aveva già in cantiere il dispositivo pieghevole e i primi test erano partiti dopo un’attenta fase di analisi. Fondamentalmente, LG non pensa che ci sia molta richiesta al momento per dispositivi mobili pieghevoli come il Galaxy F o il prototipo di Xiaomi.

Leggi anche:  CO2, LG punta a ridurre le emissioni entro il 2030 con Zero Carbon 2030

Tuttavia, se le reazioni ai primi lanci da parte della concorrenza saranno positive, la compagnia coreana è pronta a rispondere. In altre parole, LG potrebbe rilasciare un concorrente del Samsung Galaxy F insieme a G8 ThinQ e V50 ThinQ quest’anno, ma sta scegliendo di non farlo in cerca dei segnali positivi del mercato.

Nell’attesa che esca lo smartphone pieghevole, il successo della divisione mobile di LG (che negli ultimi anni è andato a peggiorare) dovrebbe essere rinvigorito dalla connettività 5G. Certo, alcuni potrebbero obiettare che è troppo presto” per fornire vantaggi reali all’utente, ma la società crede di poter lanciare uno smartphone 5G di qualità superiore.

Superiore rispetto alla concorrenza, e in grado di guidare il mercato. Noi non possiamo che sperare che sia così ma non vi nascondiamo che abbiamo qualche dubbio.