vivo iqoo

Come sembra oramai accertato, il produttore cinese Vivo scenderà in campo nella lista degli smartphone pieghevoli che debutteranno lungo il corso dell’anno. Come riportato dalla stessa azienda, i piani per introdurre sul mercato almeno un tipo di device di questo tipo saranno concentrati sul nome iQOO. Per l’occasione sarà creato un brand sussidiario per l’inizio della produzione.

L’immagine proveniente dal social media cinese dovrebbe raffigurare proprio uno smartphone iQOO, un device di alta gamma su Android che avrà uno schermo pieghevole. La presenza dell’ecosistema Google non chiarisce ancora i rapporti tra Vivo e la casa del robottino verde, poiché sembra che il produttore cinese abbia modificato pesantemente l’OS base per adattarlo alle funzionalità del proprio device.

Tutti i produttori interessati alla realizzazione di uno smartphone pieghevole dovrebbero adottare la stessa strategia di Vivo, anche se Google sembra stia correndo ai ripari con una versione apposita di Android a supporto di schermi non convenzionali. Il debutto dovrebbe accompagnarsi alla prima release del nuovo OS Android Q.

 

Vivo iQOO sarà economico: quasi troppo bello per essere vero!

Vivo iQOO non introdurrà chissà quale miglioria rispetto ai competitor, ma uno dei suoi punti di forza sarà probabilmente un prezzo ribassato. Sebbene la produzione di display pieghevoli sia molto dispendiosa, Vivo ha stabilito dei veri e propri record nel taglio delle spese che la porterebbe a dominare il mercato di questi speciali smartphone.

Leggi anche:  Huawei Mate X: il dispositivo è pronto ad arrivare entro fine mese

Mentre in molti sostengono che nessun produttore riuscirà a proporre uno smartphone pieghevole abbordabile per le tasche dei clienti, dei rumor insistenti confermano che il brand iQOO sia molto avanti nella progettazione del suo device a un prezzo intorno ai 750 dollari USA. 

Se fosse vero, anche Samsung, il cui device forse chiamato Galaxy Fold o Galaxy Winner dovrebbe avere un prezzo vicino ai duemila dollari, dovrà inchinarsi a Vivo. Il gigante della tecnologia coreano non aveva in programma di creare un prodotto per tutti, ma puntava a fasce di utenti di nicchia come i gamer e altri gruppi capaci di pagare cifre molto alte.

A parte Vivo e Samsung, sembra che anche Huawei, ZTE e LG sono in previsione di lanciare uno smartphone pieghevole prima della fine del 2019, ma anche questi brand potrebbero arrendersi alla politica di costi contenuti indicata da iQOO.