whatsapp-update-beta-android-iosPresto potresti essere in grado di aggiornare le app Android già presenti sul tuo smartphone automaticamente, anche senza aver effettuato l’accesso al tuo account Google.

La maggior parte delle persone, quando procedono con la configurazione di un nuovo telefono o eseguono un reset di fabbrica, accedono al proprio account Google in modo che sia possibile accedere al Play Store e ad altro. Ma ce ne sono alcuni che non eseguono tale accesso. Poiché il Play Store non funziona senza l’accesso a un account Google, significa che altre app preinstallate non ricevono aggiornamenti. Questo è ciò che Google sta cercando di cambiare.

Google ha già iniziato a inviare email agli sviluppatori, affermando che questo sistema cambierà nei prossimi mesi. Google dichiara anche, nell’e-mail, che gli utenti saranno in grado di disattivare l’opzione se lo desiderano. L’azienda vuole che gli sviluppatori verifichino che le nuove versioni dell’app funzionino con o senza un account, a seconda dell’app. E pare che ciò funzionerà solo con dispositivi forniti di Android Lollipop o versioni successive. Lollipop è stato rilasciato nel 2015, quindi trattasi praticamente di tutti i dispositivi attualmente sul mercato.

Forse non sarà più necessario accedere al proprio account Google per poter aggiornare le app già installate

Il motivo di questa modifica è che Google può offrire a tutti gli utenti la stessa esperienza, indipendentemente dal fatto che stiano utilizzando il proprio account o meno. Questo è importante per le app non di Google che sono sul dispositivo, soprattutto se hai acquistato un telefono che è stato rilasciato pochi mesi fa. Infatti molte delle app hanno probabilmente un aggiornamento o due che non verranno installati fino all’accesso al Play Store. Vale la pena ricordare che questo è solo un test al momento.

Leggi anche:  Android: pazzia del giorno, 8 app a pagamento diventano GRATIS

Google esegue questi test tutte le volte, con funzionalità e modifiche UX diverse che svolge attraverso le sue numerose app e servizi. E molti di loro non arrivano mai agli utenti. Quindi, solo perché Google sta testando queste funzionalità, non significa che sarà disponibile. La funzione probabilmente prevederà la deselezione di una casella durante la procedura di configurazione per impedire alle app di eseguire l’aggiornamento automatico senza account. Per chi ha dispositivi Amazon Prime potrebbe essere un problema, e anche per coloro che acquistano un dispositivo Google in Cina, non avendo il Play Store. Ciò significa che in questi casi gli utenti non potranno aggiornare automaticamente le app.