Netflix

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix, ormai come ogni anno, ha lanciato una puntata speciale di Black Mirror, più precisamente per il periodo natalizio. Questa puntata, rispetto alle altre, è stata la prima interattiva della serie e in generale, della sezione serie TV.

La puntata in questione si intitola Bandersnatch e permette agli utenti di prendere alcune decisioni durante la puntata. In base alle decisioni prese, la storia continua in un modo diverso anche se la piattaforma ha ricevuto tantissime critiche successivamente la sua pubblicazione. Secondo le ultime indiscrezioni Netflix avrebbe registrato tutte le nostre scelte.

 

Netflix ha registrato tutte le nostre scelte in Bandersnatch

La notizia è arrivata direttamente da un ricercatore delle politiche tecnologiche della University College London, Michael Veale. Quest’ultimo ha infatti scoperto che la piattaforma Netflix, ha registrato tutte le scelte intraprese dagli utenti mentre guardavano la puntata speciale di Black Mirror, Bandersnatch. Più precisamente, Veale ha inviato una e-mail alla piattaforma per testare le capacità del GDPR.

Nella e-mail in questione ha richiesto alla piattaforma di sapere quali attività di collezione fossero state applicate nel corso della visione dell’episodio in questione. Netflix, dopo aver chieso a Veale una copia del suo documento d’identità, gli ha inviato una e-mail crittografata in cui veniva detto lui che le interazioni con i titoli del catalogo, servono alla piattaforma per alimentare le raccomandazioni di visione.

Nel caso dell’episodio interattivo ha sottolineato quale tipo di segmento video deve essere riprodotto a seguito della scelta fatta dall’utente. Al momento la piattaforma non ha ancora spiegato la necessità di mantenere una registrazione delle scelte effettuate da noi utenti, anche se nell’e-mail prosegue dicendo che i dati che sono stati conservati vengono utilizzati con il fine si svolgere analisi economiche.