smartphone-radiazione

L’ufficio tedesco per la protezione dalle radiazioni ha pubblicato una lista dei quindici telefoni cellulari più radioattivi, in cui dominano iPhone e i marchi cinesi. L’elenco è stato preparato tenendo conto del tasso di assorbimento specifico (SAR), che indica la quantità di radiazioni assorbite dall’organismo.

In poco più di due decenni, i telefoni cellulari sono diventati un elemento necessario per la nostra vita quotidiana. Poiché si tratta di un fenomeno relativamente nuovo, a poco a poco siamo consapevoli dei suoi rischi.

Una delle aree che più preoccupa sia la società che la scienza sono i potenziali e immediati danni che l’uso di questi dispositivi può avere sulla nostra salute. Sebbene la correlazione tra la radiazione del segnale telefonico e gli effetti che può causare non sia ancora del tutto nota, diversi dipartimenti sanitari hanno generato linee guida per evitare disturbi o danni noti.

Leggi anche:  Radiazioni Smartphone: la lista completa degli smartphone pericolosi

 

La lista dei “buoni” e dei “cattivi”

Tra i dispositivi che emettono più radiazioni sono le ultime due versioni di iPhone, evidenziando anche Google Pixel e Xiaomi, che è ancora in testa alla lista. Da parte sua, Huawei è uscito dalla classifica dei “cattivi”.

I dispositivi che emettono meno radiazioni sono diversi Samsung. Questo è il marchio che ha più modelli attuali con il più basso tasso di assorbimento specifico (SAR). I dispositivi Galaxy sono seguiti da LG e Motorola.

La radiazione da telefoni cellulari è considerato non – ionizzante, cioè a frequenza molto bassa. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), negli ultimi 30 anni sono stati pubblicati circa 25.000 articoli sugli effetti biologici e le applicazioni mediche di questo tipo di radiazioni.