copertura di rete

L’arrivo di Iliad nel mercato italiano ha scombussolato la stabilità in cui gli operatori si contendevano i clienti. A partire da metà 2018, le tariffe super low cost si sono quadruplicate. Ogni mese, infatti, tutti gli operatori hanno proposto, e stanno proponendo tutt’ora, tariffe super convenienti con tanti giga che, in alcuni casi, hanno sfiorato anche l’euro. Tutto questo si traduce in una vera è propria guerra al ribasso che vede come protagonisti proprio i clienti. Questi ultimi, infatti, difronte a promozioni cosi vantaggiose, non hanno saputo resistere e si sono precipitati nei negozi più vicini per attivare le nuove offerte e, di conseguenza, cambiare operatore. Ma in realtà, quanto è convenuto?

Secondo varie segnalazioni, a quanto pare molti utenti si sono pentiti delle loro scelte a causa della copertura offerta. La maggior parte degli operatori telefonici, infatti, non è riuscita a fornire un servizio adeguato causando continui disservizi e lasciando spesso i propri utenti senza connessione a internet.

Leggi anche:  Wind e 3 Italia sconfitte: il migliore gestore telefonico è Vodafone

Secondo alcuni studi fatti, però, pare che in Italia solamente due operatori sono riusciti ad offrire un servizio impeccabile. Scopriamoli di seguito.

Copertura di rete: chi è il migliore?

Prima di cambiare operatore, noi tutti dovremmo porci la seguente domanda: “Che copertura mi offrirà il nuovo operatore?”

Secondo alcuni studi fatti da OpenSignal, nPerf e Barometer, pare che in Italia solamente due operatori riescono a fornire una copertura quasi totale del territorio italiano: Tim e Vodafone.

Gli studi fatti si sono basati sui seguenti fattori:

  • Livello di latenza;
  • Velocità in download e upload sotto copertura in 4G;
  • Velocità in download e upload sotto copertura in 3G;
  • Velocità e qualità dello streaming audio e video.

Tutto questo non vuole in nessun modo mettere in ombra gli altri operatori poiché da un momento all’altro, specialmente con l’arrivo del 5G, la situazione potrebbe ribaltarsi