Motorola potrebbe sviluppare nuovi smartphone alimentati da una delle soluzioni di chipset Samsung, secondo un recente rapporto di 91mobiles che cita una “fonte affidabile” senza nome.

I due dispositivi pare che utilizzeranno il chipset Exynos 9610, lanciato l’anno scorso insieme a Samsung Galaxy A7 (2018). Ciò significa che i due dispositivi Motorola dovrebbero adattarsi al mercato di fascia media. L’azienda ha già presentato la serie Moto G7 la scorsa settimana, quindi non è chiaro dove i due smartphone non annunciati si inseriscano tra i dispositivi dell’OEM. Si qualificano per il segmento di fascia media, come già detto. Questa è l’unica cosa certa. D’altronde, negli ultimi anni, i dispositivi Motorola sono generalmente suddivisi tra serie Moto Z, Moto X, Moto G e Moto E di fascia bassa. Quindi, forse i due misteriosi dispositivi basati su Exynos potrebbero far parte di quest’ultima.

Motorola potrebbe affidarsi a Samsung per integrare l’ultimo chip Exynos nei propri dispositivi mobile

Mentre la maggior parte dei dispositivi Motorola finora si è affidata alle soluzioni Qualcomm, altri telefoni della serie Moto E si sono basati sui chipset MediaTek, quindi l’OEM non si affida ad un unico fornitore solitamente. Tuttavia Motorola non ha ancora utilizzato un chipset Samsung e, a sua volta, la serie Exynos raramente fa parte di smartphone diversi da quelli Samsung. Alcune eccezioni sono un paio di smartphone Meizu incluso il Meizu M6s che è stato introdotto poco più di un anno fa con Hexa Exynos 7872.

Leggi anche:  Motorola: in arrivo uno smartphone alimentato da un processore di Samsung

Invece, i produttori di chipset come Qualcomm e MediaTek hanno fornito innumerevoli OEM con i loro prodotti nel corso degli anni, tra cui anche Motorola. Tuttavia, l’anno scorso è stato riferito che Samsung potrebbe essere in cerca di espandere la propria attività di chipset per fornire le proprie soluzioni ad altri OEM, con ZTE come principale concorrente. Exynos 9610 utilizza il processo LN 10nm e dispone di un totale di otto core CPU ARM Cortex-A53 disposti in due cluster. Quattro core operano a una frequenza massima di 1,6 GHz, mentre gli altri quattro hanno un clock fino a 2,3 GHz. Il chipset include un chip grafico Mali-G72 MP3 e supporta RAM LPDDR4 e Bluetooth 5.0.

La fonte menziona anche che questi due smartphone Motorola dotati di Exynos 9610 saranno lanciati come dispositivi Android One. Finora l’OEM ha lanciato due smartphone Android One noti come Motorola One e One Power. Sono stati introdotti lo scorso agosto con i chipset Snapdragon 625 e Snapdragon 636 di fascia media, rispettivamente. Dunque, questi nuovi smartphone potrebbero essere considerati sequel diretti ai modelli dell’anno scorso.