truffa Bancoposta

Il commissariato della Polizia Postale ha appena portato a termine una lunga indagine e il risvolto è stato più che positivo: tre uomini sono stati arrestati per truffa e purtroppo, molte vittime sono state mietute.

Truffa ai clienti e phishing a proprietario dello store: ecco come sono andate le cose

La vicenda si è svolta su un noto portale e-commerce: non è stato dichiarato se si è trattato  di Amazon o Ebay o altri ancora, ma qualcosa è certo: le società sono estranee a tale vicenda. Il tutto ha avuto inizio con un tentativo di phishing riuscito alla perfezione: i tre uomini di Frosinone hanno individuato un rivenditore con uno store ufficiale sul portale ecommerce e attraverso un finto log in si sono impossessati delle sue credenziali.

Così facendo, nel corso del tempo, hanno iniziato a caricare sullo store dei prodotti informatici a prezzi convenienti per attirare clientela e fare soldi facili. Ovviamente al momento del pagamento, l’IBAN del proprietario dello store veniva modificato e i soldi recapiti sul un altro conto bancario così da non creare sospetti.

Per fortuna, però, questo sotterfugi non è passato così inosservato e il proprietario dello store è riuscito ad accorgersene per denunciare il tutto alle autorità di competenze.
La Polizia Postale ha concentrato le sue forze e alla fine è riuscita ad individuare i responsabili dell’accaduto: sul sito si leggono i nomi di “E. M. di 22 anni, M. C. di 28 anni ed E. C. di anni 57”. A quanto pare, i tre criminali sono riusciti a montare un giro da circa 125 mila euro divisi in diversi conti postali ancora da requisire e soldi in contanti.