truffa Iliad

Le operazioni di portabilità sono all’ordine del giorno per le compagnie telefoniche. In media di settimana in settimana tutti i gestori attivi nel nostro paese (TIM, Vodafone, Wind ed anche Iliad) sono chiamati a completare decine di migliaia di pratiche riguardanti la migrazione di un numero già attivo.

 

Iliad, nessun costo per il passaggio di credito ad un altro operatore

Nel tempo i provider hanno cercato di limitare la portabilità dei loro clienti in due modi. Da un lato a questi ultimi sono stati offerti servizi vantaggiosi a prezzi bassi, dall’altro sono state imposte piccole tasse per il passaggio di credito. Basta considerare soltanto il caso di Wind: a partire da febbraio, gli utenti Wind che vogliono un nuovo operatore devono pagare 1,60 euro per il passaggio del credito.

Leggi anche:  Wind strapazza Iliad: è tornata questa grande offerta low cost con 50 Giga

Iliad non sposa questa filosofia ed, ancora una volta, si differenzia dai marchi tradizionali del settore. Mosca bianca tra tutte, Iliad ancora non ha imposto alcun tipo di tassa sulla portabilità. Gli abbonati che vogliono migrare a TIM, Vodafone o altro provider possono farlo senza dover pagare assolutamente niente. Il credito residuo della ricaricabile sarà spostato in maniera integrale sulla nuova SIM.

La decisione è senza ombra di dubbio molto singolare. Ricordiamo che Iliad, ad oggi, propone altri servizi a costo zero (che con gli altri operatori sono a pagamento): tra questi troviamo la segreteria telefonica, il chi è ed anche il piano tariffario.