WhatsApp: brutta sorpresa per gli utenti con il messaggio, ritorno a pagamento ufficiale

Ognuno di noi, per consuetudine e per comodità, utilizza una propria immagine profilo per contraddistinguere l’account su WhatsApp. Il piccolo riquadro è il miglior modo per creare una sorta di identificazione sulla chat di messaggistica. Il meccanismo d’altronde è del tutto speculare a quello dei social network come Facebook o Instagram.

 

WhatsApp, l’attenzione in chat sulla foto del profilo deve essere massima

A differenza di altre piattaforme (pensiamo ad Instagram), su WhatsApp di certo non mancano i pericoli provocati proprio dall’immagine del profilo. Sempre più utenti vedono minacciata la loro privacy, anche a causa di politica spesso troppo concessiva da parte degli sviluppatori WhatsApp ad esempio.

Facciamo un semplice esempio. Sulla piattaforma di messaggistica non è impossibile visualizzare le persone che visualizzano la nostra foto copertina. Allo stesso tempo questa è sempre disponibile ad un eventuale screenshot da parte di perfetti sconosciuti. Da qui la minaccia di “furto di personalità” è abbastanza alto.

Leggi anche:  Whatsapp: ecco come scoprire l'identità di un contatto anonimo sconosciuto

Negli scorsi mesi abbiamo assistito ad una vera inflazione di profili fake con fotografie di persone all’oscuro dei fatti. Nella migliore delle ipotesi questi profili sono utilizzati per azioni di spam o di hackeraggio, nella peggiore invece possono essere vere e proprie arme di ricatto.

Con un po’ di accortezza, è possibile evitare questo tipo di problemi. Gli utenti attraverso il menù Impostazioni della chat possono vincolare la visualizzazione della foto profilo esclusivamente ai contatti in rubrica. In questo modo, eventuali sconosciuti non potranno avere accesso a nostre immagini personali.