truffa offerte call center VodafoneNuove segnalazioni per Call Center Vodafone fraudolenti che tentano in ogni modo di estorcere denaro ed informazioni con una nuova truffa telefonica tutta italiana. Chiamano con la promessa di offerte super convenienti che spezzano il circolo vizioso delle rimodulazioni. Potremmo accorgercene troppo tardi ma si scopre che l’operatore non ha nulla a che vedere con la questione e che l’offerta è inesistente. Se ci chiamano da uno di questi numeri dobbiamo bloccarli subito.

 

Call Center Vodafone truffaldini: due numeri da cui guardarsi

Mentre si combatte contro la pericolosa truffa Intesa Sanpaolo il livello di allerta resta alto per una frode che converge verso il mercato delle offerte telefoniche. Gli utenti vengono messi in ginocchio da sedicenti tecnici che si spacciano per Vodafone Italia ma che in realtà non sono altro che abili manipolatori esperti della truffa.

Chiamano informando il cliente di una rimodulazione in atto dovuta ad opere di manutenzione ed interventi straordinari sulla linea. Gli aumenti da 15 euro al mese fanno suonare un campanello di allarme. Tanto pericoloso da arrivare a farci considerare il recesso ed il passaggio ad un’altra tariffa che ci viene proposta direttamente dal reparto commerciale fraudolento.

Leggi anche:  Vodafone: a San Valentino Apple Watch Series 4 con eSIM è scontatissimo

«Perché mai Vodafone dovrebbe offrire promo con TIM, Fastweb o altri operatori concorrenti?». La domanda è più che sensata e la risposta la si scopre solo più tardi, quanto siamo stati già raggirati.truffa call Center Vodafone FacebookQuesto è il messaggio postato su Facebook da un utente entrato in contatto con gli hacker. Si indica un numero di telefono specifico che chiama da Como ma se ne aggiunge un altro segnalato da chi è caduto vittima di questo attacco. Segniamoci questi due contatti ed inseriamoli nella Lista Nera.

  • 0311100190
  • 0119966443

Dopo aver bannato i numeri possiamo chiedere maggiori informazioni al nostro operatore attraverso la sezione contatti o il nuovo sistema Tobi su Whatsapp che risponderà una volta inviato un messaggio diretto con scritto “Reclamo“. Non facciamo trarre in inganno da queste fake news. Liberiamoci una volta per tutti dai truffatori e non incentiviamo la causa della disinformazione.