TimMusic Platinum

Lo scorso anno non si è concluso nel migliore dei modi per gli abbonati della telefonia mobili. Se il percorso di avvicinamento al Natale era stato ricco di speranze per gli utenti di TIM, Vodafone e Wind, il periodo post festivo è stato molto amaro. I rimborsi di credito annunciati entro il 31 Dicembre sono stati cancellati.

 

TIM, ora si guarda ad una nuova data per i rimborsi di credito: il 31 Marzo

Facciamo un piccolo rewind. Era il 2 Novembre quando il TAR del Lazio attraverso una delibera apposita imponeva ai provider i rimborsi forzati verso i clienti. La causa dei rimborsi è da attribuire ai prezzi maggiorati applicati da TIM (come dagli altri operatori) nel biennio 2016/2017 con le fatturazioni a 28 giorni. La data prevista per i rimborsi doveva essere fine dicembre, ma tutto poi è stato rinviato.

Leggi anche:  TIM: per tutti i clienti ci sono 5 euro di credito in regalo

TIM non si è piegato a tale provvedimento ed ha subito chiesto parere al Consiglio di Stato, per bloccare l’iter dei rimborsi. Il percorso è stato quindi messo in standby in attesa di una nuova sentenza.

Il ricorso però non toglie tutte le speranze. I clienti TIM che avevano l’acquolina alla gola per i rimborsi guardano con grande interesse a quella che è una nuova data. Il Consiglio di Stato dovrà esprimere sulla questione un parere vincolante entro il prossimo 31 Marzo. La sentenza del Consiglio di Stato sarà probabilmente l’ultimo capitolo dell’intricata questione.